The news is by your side.

Caos parcheggi in centro all’Aquila, arriva la soluzione con il nuovo piano urbano

59

L’Aquila. “Sono quattro i nuovi parcheggi a servizio del centro storico previsti dal nuovo Piano urbano della mobilità sostenibile (Pums), per ben 1.559 nuovi posti auto. Uno strumento di pianificazione al pari di un Piano regolatore generale, che approderà presto in Consiglio comunale, elaborato dopo anni di incessante lavoro da parte degli uffici del Settore Mobilità”.

Lo afferma l’assessore alla Mobilità del Comune dell’Aquila Carla Mannetti, spiegando come il Pums, nel piano di settore “Piano della sosta”, preveda quattro tipologie di parcheggio: di interscambio, operativi, di tipo misto operativo/pertinenziale, pertinenziali.

In particolare, il Piano – tra le altre cose – individua quattro nuove aree di sosta: a San Silvestro, in viale della Croce Rossa, in viale Gran Sasso e a Porta Leoni. Alle quali naturalmente si aggiungono anche altri parcheggi fuori dal centro e la rifunzionalizzazione, già in essere, del parcheggio-terminal bus “Lorenzo Natali” di Collemaggio, dove sono nuovamente disponibili circa 620 posti auto, peraltro gratuiti.

Nel dettaglio, nei pressi di Piazza San Silvestro, il Pums prevede la realizzazione di un parcheggio al posto della piccola area verde con 80 posti auto. L’intervento potrebbe peraltro prevedere due piani ipogei con copertura verde in modo da attenuare l’impatto ambientale dell’opera.

Il parcheggio di viale della Croce Rossa, a ridosso dell’antica cinta muraria e compreso nel piano di recupero urbano dell’area di San Basilio, è già alla fase compiuta del progetto di fattibilità tecnica ed economica. Può ospitare ben 390 posti auto ed è in parte già finanziato.

Nei pressi di viale Gran Sasso il Pums prevede la realizzazione di un parcheggio sotto allo stadio “Tommaso Fattori”, dopo che uno studio ha ritenuto meno fattibile e produttiva l’ipotesi di realizzarlo sotto ai campi del circolo tennis. Questo parcheggio potrebbe contenere circa 800 posti auto.

Nei pressi di Porta Leoni, infine, è previsto che sorga un parcheggio multipiano al posto delle case dell’Ater che, dopo la permuta con l’Azienda dell’edilizia residenziale, saranno abbattute. Previsti nell’immediato 90 posti e 289 totali una volta completata anche la fase due.

In particolare, i parcheggi di interscambio individuati dal Pums (Piazza d’Armi, Stazione centrale, Centro commerciale Agorà, Viale Antonio Panella, Via Corradino D’Ascanio, Stazione di Paganica) sono a servizio della domanda di sosta di lunga durata di non residenti diretti nelle aree centrali e sono collegati mediante servizi di trasporto pubblico al centro storico. Le aree di interscambio sono da realizzare in coordinamento con la progressiva implementazione della rete portante di trasporto pubblico. La loro ubicazione coincide con i nodi intermodali della rete della mobilità.

I parcheggi operativi (Villa Gioia, Viale della Croce Rossa, Viale Gran Sasso, Via Sant’Andrea, Collemaggio) sono a servizio della domanda di sosta di non residenti diretti in centro storico, la loro ubicazione è a corona del centro storico.

I parcheggi di tipo misto operativo/pertinenziale (Porta Leoni) sono a servizio della domanda di sosta di non residenti diretti in centro storico con possibilità di destinare quote marginali dell’offerta disponibile ai residenti.

“Si tratta di un documento strategico ampiamente concertato con gli stakeholder”, ricorda infine l’assessore, “al quale abbiamo dedicato impegno e che consegniamo al dibattito pubblico e politico, sarà l’assise civica a giudicare e decidere se debba essere o meno l’indicazione per il futuro della città”.

“La competenza del mio settore”, conclude la Mannetti, “è limitata alla programmazione, sono altri i settori comunali a cui compete la realizzazione degli interventi”.

Articoli più letti

Ultimi articoli