The news is by your side.

Cantina Frentana apre il 2022 sotto i migliori auspici con l’unione alla Cantina Sangro.

266

Nel 2021 la famiglia di Cantina Frentana è cresciuta abbracciando formalmente anche la Cantina Sangro di Fossacesia dopo una collaborazione che li vede uniti da anni. La fusione per incorporazione delle due grandi cantine cooperative della provincia di Chieti è solo una delle novità presentate nel bilancio di fine anno durante un incontro che si è tenuto presso la Torre Vinaria nella sede di Rocca San Giovanni (Ch) e che si è concluso con una degustazione di piatti locali preparati dallo chef del Trabocco Mucchiola Gianluca Di Bucchianico.

A presentare il nuovo assetto e illustrare il bilancio 2021 e le novità in arrivo sono stati il Presidente Carlo Romanelli, il Direttore commerciale Felice Di Biase, l’enologo Gianni Pasquale, l’agronomo e giornalista Maurizio Gily e la sommelier e giornalista Adua Villa.

Più forza insieme alla Cantina Sangro.

La fusione tra Cantina Frentana e Cantina Sangro ha dato vita ad un gruppo con due marchi che proseguirà la stretta collaborazione già intrapresa negli anni scorsi. Due assemblee distinte, presiedute dai due presidenti Carlo Romanelli e Rocco Romano, hanno approvato la fusione lo scorso anno, determinando di fatto l’unione di trattamento per i soci, l’applicazione di un’unica politica aziendale, unico bilancio consolidato e la permanenza di due marchi sul mercato. Con la forza di due brand, la Cantina Frentana si propone di sfruttare al meglio anche le opportunità fornite dalla neonata piattaforma di vendita online, un vero e proprio e-shop cooperativo, messa a disposizione degli associati dal circuito The Wine-Net, Italian Co-Op Excellence cui è associata dal 2017. The Wine-Net riunisce sei cooperative italiane, Veneto, Piemonte, Toscana, Campania, Abruzzo e Sicilia per un totale complessivo della produzione a valore superiore a 200milioni di euro, con oltre 27 milioni di bottiglie e più di quattromila ettari di vigneti.

Piccoli passi e crescita costante sul fronte commerciale.

Non ci sono dubbi che negli ultimi anni la Cantina Frentana sia riuscita a muoversi con successo su più fronti.

Dal punto di vista strategico e commerciale con un aumento del fatturato in bottiglia che ha registrato un +12% rispetto al 2020 e del numero di bottiglie vendute, di cui il 58% esportate fuori dal mercato italiano.

Sul fronte interno, il 2021 si è confermato un anno molto soddisfacente per i soci: la liquidazione totale della vendemmia 2020/21 ammonta ad € 7.745.332 la cifra in assoluta più alta degli ultimi 20 anni.

In crescita anche il numero di ettari iscritti alla cantina, che passa dai 952 del 2019 ai 1039 del 2020.

Nel bilancio assolutamente positivo dello scorso anno c’è da considerare anche il tributo che la prestigiosa rivista americana Wine Enthusiast ha dato al Rosato igt Vallevò Costa dei Trabocchi citandolo tra i 100 migliori vini al mondo per rapporto qualità/prezzo, di cui solo nove sono in totale vini rosati.

Annata 2021: complicata e piena di soddisfazioni.

Annata calda e siccitosa ma risultati eccellenti in vigna e in cantina: questo in breve ha dichiarato l’enologo Gianni Pasquale.  L’estate secca e il finale di stagione con temperature in netta discesa hanno contribuito a mantenere sana l’uva, consentendo il contenimento degli interventi antiparassitari e regalando ottimi grappoli alla raccolta. Con quasi 223.000 quintali la Cantina ha toccato il suo massimo storico dalla fondazione per quantità di uve lavorate, grazie alla fusione con la Cantina Sangro.

La Cantina Frentana da poco ha avviato una sperimentazione, in collaborazione con alcuni soci, per la coltivazione di piante più resistenti alle malattie. Una prima raccolta di uve di Sauvignon Kretos è stata effettuata con l’ultima vendemmia, il raccolto è stato vinificato a parte per valutarne il potenziale enologico, ad oggi dichiarato incoraggiante. Il Sauvignon Kretos appartiene alle nuove varietà portatrici di geni di resistenza ai funghi tra quelle autorizzate dalla regione Abruzzo insieme al Soreli e ai rossi Cabernet Volos e Merlot Kanthus.

Soluzioni per la sostenibilità come pratica quotidiana.

Il 2021 è stato anche l’anno in cui la Cantina Frentana ha operato una svolta sostenibile decisiva. Già in vigna, da tempo i soci della frentana hanno dismesso l’utilizzo di diserbanti ed optato per pratiche di lavorazione che escludono la chimica, mentre i protocolli produttivi sono stati rivisitati in logica meno impattante per l’ambiente.  Ad oggi, la Cantina Frentana è la prima cantina cooperativa in Abruzzo a dotarsi dei certificati verdi per l’approvvigionamento di energia pulita, in quanto gli stabilimenti produttivi di Rocca San Giovanni e Fossacesia utilizzano al 100% energia prodotta da fonti rinnovabili.

Coltivare il territorio.

Il rispetto per la terra che nutre le vigne passa anche per l’attenzione al territorio. Così, Cantina Frentana si è fatta promotrice,  in sinergia con operatori privati e amministrazioni locali, del progetto Frentana Bike, itinerari turistici in bicicletta che attraversano una zona strategica, ricadente nell’area di influenza della Costa dei Trabocchi. Notizia di assoluto rilievo per i cicloturisti: lungo i percorsi sono stati posizionati diversi punti ricarica per le due ruote assistite!

Anticipazioni 2022.

La direzione della Cantina Frentana ha rivelato in anteprima alcuni dettagli della nuova linea di vini che sarà presentata al prossimo Vinitaly 2022. Si tratta di una linea celebrativa del 60° anniversario dell’apertura del primo stabilimento della Cantina, nel 1961, ed interamente dedicata al territorio frentano e al ritrovamento di preziose monete di epoca italica provenienti da siti archeologici della zona.

Sempre in tema di anteprime, è in arrivo il nuovo spot 2022 targato Cantina Frentana che vede come protagonista la sommelier e food&wine journalist Adua Villa, che sta collaborando con la direzione anche per altre interessanti iniziative di comunicazione.

Articoli più letti

Ultimi articoli