The news is by your side.

Campus ricerca e formazione Niko Romito, arriva contributo di 1,5 mln dalla Regione Abruzzo

M5S: 500mila per Villa Santa Maria, Pd: per 15 ragazzi costi bassi

299

L’Aquila. Il Consiglio regionale, riunito oggi all’Aquila, ha approvato il provvedimento sul riconoscimento della valenza strategica per l’Abruzzo del progetto “Campus Ricerca e Alta Formazione Niko Romito”, da realizzate a Castel di Sangro che prevede un contributo di 1,5 milioni di euro al noto chef stellato abruzzese.

A votare a favore la maggioranza di centrodestra e le opposizioni del Movimento cinque stelle e del centrosinistra che si sono visti inserire nel pdl sue emendamenti: per i pentastellati il contributo di 500mila euro alla scuola alberghiera di Villa Santa Maria, e per il centrosinistra una norma che riguarda la gratuità nel centro di formazione dello chef abruzzese per 5 studenti e per altri dieci un costo di partecipazione agevolato.

I consiglieri regionali di Fdi,, Guerino Testa, capogruppo, Mario Quaglieri e Umberto D’Annuntiis, sottolineano come “il Campus sia a servizio del bene pubblico e rappresenti un progetto rivoluzionario e lungimirante per l’immagine dell’Abruzzo nell’Italia e nel mondo. Prerogative che non sono sfuggite, sin dalla prima presentazione che Romito fece del suo valido e ambizioso programma di lavoro, alla maggioranza di questo governo regionale e che Fratelli d’Italia ha pienamente accolto, senza indugio. Un centro, dal valore inestimabile, che segnerà un passaggio epocale per la nostra regione poiché incentrato sui temi dell’innovazione nella trasformazione alimentare, della responsabilità sociale e della salute attraverso la ricerca, lo sviluppo e la diffusione di nuove metodologie da applicarsi all’ambito nutrizionale collettivo per garantire un cibo più salubre, sostenibile e accessibile”.

Marsilio: “Valenza strategica Abruzzo, importante traguardo per territorio”

“L’approvazione della legge regionale che riconosce la valenza strategica per l’Abruzzo del progetto ‘Campus Ricerca e Alta Formazione Niko Romito’ rappresenta un’importante traguardo per il territorio. L’Abruzzo diventa punto di riferimento nazionale e internazionale nella ricerca e sviluppo in ambito nutrizionale, alta formazione, standardizzazione e industrializzazione dei processi di trasformazione alimentare, con ricadute anche in ogni ambito della ristorazione collettiva: mense, scuole, ospedali.

Ringrazio l’intero consiglio regionale che ha condiviso la valenza di questo progetto garantendo l’unanimità al momento del voto. Il Campus oltre a portare l’Abruzzo nel mondo porterà anche il mondo in Abruzzo, coinvolgendo le università del territorio e la partecipazione di giovani abruzzesi. La tradizione di chef formati in Abruzzo, che nel passato hanno onorato la nostra regione in tutto il mondo, adesso si tramanda con questo innovativo progetto che rappresenta il compimento di un iter legislativo che ho fortemente sostenuto intravedendo in esso una crescita economica e sociale della nostra regione”. Lo ha dichiarato il Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, dopo l’approvazione in aula della legge.

Marcozzi (M5S): “Valorizzata eccellenza cucina abruzzese”

 

Febbo: “Una grande occasione per la nostra Regione”

“Con grande soddisfazione oggi l’Assemblea legislativa ha approvato all’unanimità il progetto di legge 194 di cui sono stato il primo firmatario (unitamente a Testa, Santangelo, Marsilio e Sospiri) relativo al Campus di ricerca e alta formazione di Niko Romito. La Regione riconosce così la valenza di un progetto unico dall’alto valore sociale che può fare dell’Abruzzo il luogo e il laboratorio di un progetto di cibo collettivo nel mondo, produrrebbe per l’Abruzzo un grande ritorno economico. Per finanziare il progetto mettiamo a disposizione fondi europei (FSE) per i quali è garantita la massima trasparenza e sono sottoposti a ben 2 livelli di controllo, uno dell’amministrazione regionale e uno da Bruxelles. E’ inutile ribadire quanto l’eccellenza di Romito, chiamato a rappresentare l’Italia all’Expo Dubai, rappresenti un vanto per la nostra regione ma soprattutto è bene evidenziare che il suo progetto di formazione si caratterizza per una visione fortemente sociale e rivolta al bene pubblico in termini di benessere collettivo, qualità della vita e risparmio della spesa pubblica in ambito sanitario e in altri contesti rilevanti (es. scuole, mense aziendali) per la salute delle persone. Potranno usufruire dei benefici di questa ricerca le amministrazioni pubbliche e private e, soprattutto, i singoli cittadini (pazienti, studenti, lavoratori, detenuti, etc.). Inoltre, il progetto comporterà evidenti e duraturi riflessi occupazionali in un Area Interna del nostro territorio come l’Alto Sangro, con la creazione di un indotto con nuove imprese, oltre alla stessa forza lavoro direttamente impegnata nel Campus (70/100 unità), attraendo capitali da parte di investitori, anche esteri. Per questo la Regione Abruzzo intende farsi promotrice di questa iniziativa dall’alto valore strategico che sicuramente si potrà fregiare dell’alto patrocinio della massime Istituzioni nazionali. A dimostrazione della volontà di sostenere le eccellenze nel campo della formazione nel comparto della ristorazione ed alimentazione, il Consiglio regionale ha varato anche un altro importante intervento in favore dell’Istituto Alberghiero di Villa Santa Maria per il quale è stato approvato un progetto per la realizzazione di un laboratorio/cucina indirizzato al tirocinio formativo degli aspiranti chef che la scuola ha formato negli anni e destinati ai migliori locali e case reali  con un intervento da 500 mila euro. Di questo progetto sono particolarmente soddisfatto, ricordando che nei primi anni 2000, da Presidente della provincia, ho finanziato l’istituto con interventi strutturali per oltre 7 miliardi di vecchie lire”. E’ quanto dichiara il capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale, Mauro Febbo.

 

Articoli più letti

Ultimi articoli