The news is by your side.

Call center L’Aquila: incontro Comune, Comdata, Arap, Technolabs e sindacati

43

L’Aquila. Si è tenuto questa mattina un incontro promosso dal sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, a seguito della richiesta giunta da Cgil-Slc, Fistel-Cisl e Uilcom per discutere dell’insediamento Comdata, società che opera nel campo delle telecomunicazioni e che gestisce il servizio di contact center per conto di Inps, nella sede all’interno del Tecnopolo.

Alla riunione hanno partecipato, oltre al primo cittadino, ai tecnici del Comune e alle citate sigle sindacali, rappresentanti di Comdata, di Technolabs, proprietaria dell’immobile del call center, e di Arap.

“Nel corso della riunione”, spiega il primo cittadino, “è emerso che l’azienda sta operando nel pieno rispetto delle norme e che gli operatori in sede svolgono le mansioni in condizioni di totale sicurezza. A ottobre 2020 gli stessi organi di vigilanza, anche a seguito di ottemperanza da parte della multinazionale rispetto alle prescrizioni formulate, hanno verificato il rispetto delle norme in materia di salute e sicurezza sul lavoro, ribadite anche nel verbale emesso dai Vigili del fuoco che hanno effettuato un controllo lo scorso novembre. È stato verificato, inoltre, che Comdata è in possesso di tutte le autorizzazioni necessarie: la Scia rilasciata dal Comune nel 2019 è pienamente efficace e anche la successiva richiesta di integrazione della stessa è valida e sarà comunicata esplicitamente dall’ente”.

“Rispetto agli aspetti burocratico-amministrativi in essere tra Technolabs e Arap, che in alcun modo interessano i 540 lavoratori, le parti hanno rimandato a un successivo incontro per definire la questione e individuare un percorso risolutivo. La priorità per questa amministrazione è che le centinaia di posti di lavoro garantiti dal contact center vengano tutelati e salvaguardati, obiettivo su cui tutti i presenti hanno convenuto”.

Articoli più letti

Ultimi articoli