The news is by your side.

Bonus Bebè di 3000 euro: assegno di natalità per i piccoli di Villa Santa Maria

140

 

Villa Santa Maria . Una misura all’interno del bilancio di previsione 2021 di 5 milioni e mezzo di euro per incentivare la natalità. così il bonus bebè a Villa Santa Maria triplica e diventa di 3.000 euro. L’assegno di natalità, già approvato, sarà erogato per i nati dal 2021 in poi, in tre soluzioni differenti, facendo arrivare 1.000 euro all’anno  nelle tasche dei neo genitori.

Un altro piccolo traguardo rispetto a quanto previsto dalla normativa nazionale: “Per dare un segno di vicinanza alle famiglie villesi”, spiega il sindaco Giuseppe Finamore, “in un momento storico particolare e soprattutto per incentivare le nuove nascite. Finalità questa che ci sta molto a cuore e che ci porterà, appena sarà possibile, ad allungare il termine di erogazione del bonus portandolo a cinque anni. Ovvero ogni bambino sarà accompagnato, con un bonus annuale di 1.000 euro, fino all’ingresso nella scuola primaria”. “La nostra è un’iniziativa – aggiunge – probabilmente unica in tutta Italia e ne siamo molto orgogliosi”.

La nuova misura si inserisce nell’ambito del già citato bilancio di previsione, approvato qualche giorno fa dalla giunta del comune teatino che ammonta a 4 milioni e mezzo di opere appaltate. “Un bilancio sostanzioso per un piccolo paese con poco più di mille abitanti – sottolinea il sindaco Finamore – che permetterà di realizzare interventi utili alla vivibilità del territorio”, come la messa in sicurezza della parete rocciosa (952mila euro) che si candida ad essere una delle maggiori attrattive del comprensorio. Inoltre, per i cultori dell’alpinismo e dell’arrampicata, la parete  sarà potenziata con dieci vie di risalita. A seguire vi sarà anche la realizzazione del palazzetto sport (1 milione di euro), che permetterà lo svolgimento delle attività sportive al chiuso e che ospiterà anche la sede COM della Protezione Civile.

Nel piano si aggiunge anche la ristrutturazione di Palazzo Castracane (500 mila euro) con fruibilità del primo piano,  dove dovrebbe nascere una sede universitaria di Scienze dell’Alimentazione. A tal proposito il primo cittadino ha dichiarato: “Avevamo già preso accordi con l’università d’Annunzio di Chieti  ma l’emergenza sanitaria ha temporaneamente bloccato il progetto che speriamo possa vedere la luce al più presto”. Infine si prevedono anche  l’adeguamento sismico della scuola elementare, il miglioramento  energetico su tutto il territorio comunale e  la messa in sicurezza di via San Sebastiano, via Roma e viale della Vittoria.

Articoli più letti

Ultimi articoli