The news is by your side.

Bobby Sands avrà una strada intotolata all’Aquila, arriva il sì del consiglio

115

L’Aquila. Siamo soddisfatti per la ricezione, da parte del Consiglio comunale di oggi, del nostro Ordine del Giorno relativo all’intitolazione di una via dell’Aquila a Bobby Sands, martire e combattente della causa irlandese; a 40 anni dalla sua morte avvenuta il 5 maggio del 1981.

Lo dichiarano i consiglieri comunali di L’Aquila Futura Roberto Santangelo e Luca Rocci.

Anche L’Aquila, insieme ad altre città italiane ed estere, vedrà uno spazio pubblico dedicato a Bobby Sands. Un martire della causa irlandese, che iniziò un periodo di digiuno della fame durato oltre 60 giorni, un periodo interminabile e di estremo sacrificio; il sacrificio che ogni singolo giorno di digiuno ha permesso al mondo intero di scoprire e conoscere la situazione nell’Irlanda del Nord e del clima di disperazione e allo stesso tempo di determinazione che si respirava tra le strade di Belfast.

Bobby Sands sarebbe morto il 5 maggio di 40 anni fa, impugnando una croce d’oro che lo stesso Papa Giovanni Paolo II gli volle far recapitare. Un gesto simbolico più che materiale, riconoscimento di quello che fu e di quello che sarebbe stato, negli anni successivi, una ribellione silenziosa e lontana dalla violenza armata, una rivoluzione che avrebbe portato agli scioperi dei portuali di New York verso le navi inglesi, alle celebrazioni negli Stati Uniti, a Cuba e in altre parti del mondo verso un richiamo costante di libertà.

Il sacrificio di Bobby Sands ci insegna che i valori di libertà vanno conquistati giorno dopo giorno, non dandoli mai per scontati. Intitolargli una via dell’Aquila servirà proprio a questo.

 

Articoli più letti

Ultimi articoli