The news is by your side.

“Blindate Celano, altrimenti i nostri sacrifici saranno vani”, il grido di allarme delle professioniste del beauty

342

Celano. Celano ancora in zona rossa, con tutto il settore del beauty ancora chiuso, senza i ristori, con le tasse comunque da pagare e senza un’interlocuzione con il mondo della politica.

“Abbiamo bisogno che qualcuno ci ascolti”, commentano le professioniste del mondo del benessere e della cura del corpo della città di Celano, che ieri sera hanno incontrato Marsicalive per lanciare un appello, “se Celano deve rimanere in zona rossa va blindata, perché altrimenti i nostri sacrifici a poco servono. C’è bisogno di più controlli, le persone vanno controllate sulle strade all’entrata e all’uscita del paese. Non vogliamo andare contro nessuno ma se solo un paese in tutta la regione rimane zona rossa con tutte le restrizioni del caso chi ascolta a noi? Con chi dobbiamo parlare? Noi dobbiamo continuare a pagare le tasse e nonostante investiamo continuamente in soldi e in sicurezza siamo quelli che stanno pagando il prezzo più alto, come se gli untori fossimo noi. Noi lavoriamo seguendo le regole. E intanto vediamo che le persone continuano a muoversi, a fare feste, a partecipare a cerimonie. E per fare i capelli e tutto il resto vanno fuori Celano. È incomprensibile”.

 

GUARDA LE VIDEO INTERVISTE ALLE PROFESSIONISTE DI CELANO, REGISTRATO IERI SERA IN DIRETTA

 

Articoli più letti

Ultimi articoli