The news is by your side.

“Black Friday” all’abruzzese, dagli States gli sconti pazzi del venerdì arrivano anche da noi?

1

L’Aquila.  Il Codacons lancia anche in Abruzzo la proposta di istituire il “Black Friday” in stile americano, per risollevare le sorti del commercio locale e sostenere le famiglie alle prese con gli acquisti di Natale. Le previsioni sui consumi natalizi non sono rosee – spiega l’associazione – prosegue infatti la tendenza delle famiglie a contrarre gli acquisti, e la riduzione della spesa per beni e servizi classici del Natale  come i regali, gli addobbi per la casa, i viaggi, oppure la ristorazione, si aggirera’ quest’anno attorno al  meno cinque per cento rispetto al 2013. Per aiutare i piccolimages (1)i negozi sempre piu’ in difficolta’ e permettere alle famiglie di fare qualche acquisto in piu’, proponiamo di istituire anche in Abruzzo il “Black Friday”, gia’ adottato con successo negli Stati Uniti, ossia sconti straordinari nei negozi tutti i venerdi’ del mese fino a Natale, come forma di incentivo ai consumi e al commercio. Un’idea che il Codacons presentera’ a livello nazionale, nel corso di una conferenza stampa organizzata presso lo Stadio di Domiziano a Roma. Per chi non conoscesse il “Black Friday” americano, si tratta del “venerdì nero” (letteralmente tradotto), ossia il giorno successivo al Giorno del Ringraziamento che tradizionalmente dà il via alla stagione dello shopping natalizio. La caratteristica di questa giornata dedicata agli acquisti è data dagli sconti altissimi e speciali promozioni che propongono i negozi americani. La convenienza è talmente tanta da far sì che un elevato numero di persone passi ogni anno la notte fuori dagli esercizi commerciali per accaparrarsi le offerte migliori. Nel 2013 durante il “Black Friday” sono stati spesi quasi 60 miliardi di dollari da più di 80 milioni di persone.

Articoli più letti

Ultimi articoli