The news is by your side.

Bimbi mai nati, Marcozzi (M5S): “Una violenza scritta su una legge è una violenza al quadrato” (Video)

Nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne Sara Marcozzi ribadisce la sua battaglia contro "un progetto di legge vergognoso"

27

L’Aquila. “Una violenza scritta su una legge è una violenza al quadrato”: nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne Sara Marcozzi, consigliere regionale del M5S, ha voluto di nuovo far luce su una proposta di legge “macabra e inaccettabile che toglie”, afferma, “che toglie libertà e diritti che devono rimanere a disposizione esclusiva delle donne”.

Si tratta del pdl sui Bimbi mai nati, un testo regionale presentato da Fratelli d’Italia che prevede che, per ogni aborto prima delle 28 settimane e dopo i 90 giorni, sia disposto il seppellimento dall’Asl in una specifica area cimiteriale, anche qualora i genitori non provvedano o non lo richiedano.

Un progetto che aveva già visto la netta contrarietà dell’esponente del M5S che ha ribadito, durante il consiglio regionale di oggi, la sua intenzione di “fare battaglia” su un “pdl vergognoso”.

“Oggi, nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne, ho preso la parola in Consiglio regionale”, sottolinea Sara Marcozzi, “ho ascoltato le dichiarazioni di vicinanza da parte di tutte le forze politiche in aula e questo è sicuramente un fatto positivo. Ma agli intenti devono seguire i fatti. In Regione Abruzzo è ancora presente una proposta di legge macabra e inaccettabile, che toglie libertà e diritti che devono rimanere a disposizione esclusiva delle donne: quella sui bambini mai nati. Io mi opporrò al testo con tutta me stessa”, conclude la 5 stelle, “perché una violenza scritta su una legge, è una violenza al quadrato”.

 

IL VIDEO: 

Articoli più letti

Ultimi articoli