The news is by your side.

Bertolaso non rinuncia a prescrizione, unanime la condanna del mondo politico

22

­

­

L’Aquila. BertolasoGuido bertolaso, ex numero uno dell Protezione civile, imputato nel processo Grandi rischi ha annunciato, tramite i suoi legali, che non rinuncerà alla prescrizione. Dura la reazione dei genitori delle vittime del sisma e l’affondo di tutto il mondo politico aquilano. “Al contrario di quanto aveva annunciato in occasione della sua candidatura per il centrodestra a sindaco di Roma, Guido Bertolaso si avvarrà della prescrizione nel processo satellite alla Commissione Grandi Rischi, in cui è accusato di aver organizzato una campagna mediatica finalizzata a rassicurare la popolazione abruzzese intimorita delle scosse. Da lui ancora gravi contraddizioni e un comportamento che, in ogni caso, al di là dell’esito dei processi giudiziari, ha comunque lasciato un profondo solco sulla pelle degli aquilani e degli abruzzesi”. Lo dice la senatrice del Pd Stefania Pezzopane. “Ricordo” prosegue “che la sentenza definitiva del processo alla commissione Grandi Rischi si è conclusa con la condanna a 2 anni e 2 mesi dell’allora vice di Bertolaso, unico capro espiatorio di una ben più complessa faccenda. Io stessa ho depositato in Senato un disegno di legge per l’istituzione di una Commissione d’inchiesta che faccia luce sull’operato della Commissione Grandi Rischi, perché a più di 7 anni dal terremoto siano appurate le responsabilità politiche di quanto accadde nel corso dello sciame sismico precedente la scossa delle 3.32 del 6 aprile, quando su input della politica, componenti della commissione e non solo si prestarono a rassicurare la popolazione, invece di ammettere di non poter esprimere certezze. A Bertolaso chiediamo: perché ancora prendere in giro terremotati e famiglie ancora in lutto ? Valeva la pena di annunciare che avrebbe rinunciato alla prescrizione, per poi fare dietrofront?”.
“Qualche mese fa Guido Bertolaso aveva annunciato, e ribadito più volte, che avrebbe rinunciato alla prescrizione nel processo Grandi Rischi 2, che lo vede imputato per i reati di omicidio colposo plurimo e lesioni, e oggi invece ha fatto clamorosamente dietrofront, confermando tutti i timori e i dubbi che avevamo espresso all’epoca dei suoi roboanti annunci. Così facendo Bertolaso è tornato a tradire gli aquilani per la seconda volta”. Lo afferma la senatrice aquilana del M5S Enza Blundo. “I cittadini di L’Aquila, già provati dalle conseguenza del terribile sisma che colpì la città, ­ continua ­ oggi si ritrovano ad essere presi in giro dalla stessa persona che nel 2009 li aveva rassicurati sminuendo il rischio di un terremoto che da lì a 5 giorni avrebbe devastato L’Aquila e fatto 309 vittime. Ci avevamo visto giusto quando a marzo scorso sollecitammo l’ex capo della Protezione Civile a passare dalle parole ai fatti: sapevamo che il suo annuncio di rinunciare alla prescrizione era solo un bluff per ripulirsi l’immagine in occasione della campagna elettorale per Roma, e così è stato”.
“E’ davvero stupefacente la mancanza di vergogna di Bertolaso: durante la campagna elettorale a Roma annunciò in pompa magna che avrebbe rinunciato alla prescrizione nel processo che lo coinvolge a L’Aquila. Ora si è rimangiato la parola data. Un comportamento esecrabile e intollerabile. Una persona seria quando prende un impegno lo mantiene”. Lo affermano in una nota i senatori Idv Alessandra Bencini, Maurizio Romani e Francesco Molinari. “Altro che annunci di beau geste: quello di Bertolaso é una vergognosa e insopportabile presa per i fondelli, che evidentemente descrive bene il personaggio. Se l’ex capo della Protezione civile non fará, di fatto, i conti con la giustizia per tutto quello che ha combinato, almeno speriamo provi a farlo con la sua coscienza”, hanno concluso.

Articoli più letti

Ultimi articoli