The news is by your side.

Colpo di scena all’Aquila e Avezzano che vanno al centrodestra, rimonta per Biondi e De Angelis

2

L’Aquila. Colpo di scena all’Aquila e ad Avezzano dove, contro ogni aspettativa, il ballottaggio ha ribaltato completamente il voto del primo turno. Dopo dieci anni a guida centrosinistra, L’Aquila si è svegliata con un sindaco di centrodestra. Pierluigi Biondi ha letteralmente ribaltato il risultato del primo turno vincendo con il 53,5% (16.410 voti) su Americo Di Benedetto che ha realizzato il 46,5% (14.249 voti). Al primo turno, l’11 giugno, Di Benedetto aveva chiuso al 47% e Biondi al 36%. Per il nuovo sindaco dell’Aquila bagno di folla nel suo comitato elettorale fino a tarda notte con gente in strada e cori. Poi un piatto di pasta e subito, di prima mattina, in moto. In tanti stamani lo hanno salutato in strada e al bar. “Una battaglia di libertà e cambiamento” che ha rotto la “cappa del centrosinistra. I poteri forti dentro il comune” ­ ha detto Biondi ­ “non entreranno. Il comune deve tornare ad essere il comune di tutti”. “Lottiamo per L’Aquila capoluogo d’Italia di riferimento per tanta gente che soffre”. “Questo è il voto del popolo aquilano libero”. Abbraccio, ieri sera, tra il neo sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, centrodestra, e lo sconfitto Americo Di Benedetto del centrosinistra. Di Benedetto ha raggiunto il nuovo primo cittadino nella sala consiliare del comune dell’Aquila. L’appuntamento lo avevano preso poco prima al telefono

Risultato a sorpresa anche ad Avezzano dove è stato eletto sindaco Gabriele De Angelis, che ha corso con liste civiche che fanno riferimento al centrodestra, con il 53,8% per cento (10.018 voti) recuperando 9 punti di distacco dal primo cittadino uscente Giovanni Di Pangrazio (46,2% pari a 8.588 voti), appoggiato dal centrosinistra. “Dopo il primo turno qualcosa nell’aria era cambiato”­ ha
dichiarato De Angelis ­ “ed era così infatti siamo riusciti a ribaltare il risultato a nostro favore; un risultato fantastico” ­ ha sottolineato ­ “merito di tutto il lavoro della coalizione e dei tanti giovani che mi hanno sostenuto”. Secondo Di Pangrazio “hanno avuto una strategia in campagna elettorale che ha funzionato riuscendo a catalizzare il disagio socio economico in cui versano i cittadini di Avezzano contro di me”. “A lui vanno i miei auguri” ­ ha concluso ” fermo restando che potrebbe crearsi un problema di governabilità”.

L’altro ballottaggio a Martinsicuro (Teramo) ha eletto Massimo Vagnoni con il 55,7% contro il sindaco uscente del
centrosinistra Paolo Camaioni (44,3%). E Ortona (Chieti) ha eletto sindaco Leo Castiglione con il 50,89% contro Giorgio Marchegiano

Articoli più letti

Ultimi articoli