The news is by your side.

Ancora Tamerici capitozzate e drasticamente potate sulla riviera nord di Pescara

63


Pescara. Uno scenario spettrale quello che si può notare sulla Riviera Nord. Numerose tamerici, alcune molto vecchie e di valore storico, sono state oggetto di capitozzature e interventi molto drastici di potatura. Le associazioni Co.n.al.pa. Abruzzo, Co.n.al.pa. Pescara-Chieti e Pro Natura Abruzzo esprimono la propria indignazione e preoccupazione per questa gestione del verde che non rispetta le piante.

“A causa di questi interventi, le tamerici rischiano di diventare un problema per l’incolumità pubblica. Le pesanti potature e i capitozzi peggiorano la salute degli alberi e sviluppano malattie. Abbiamo notato già esemplari compromessi da carie e malattie derivate da una gestione errata”. “Come già visto nella Riviera Sud, a Pescara si continua a produrre danni al patrimonio arboreo. Chiediamo al Comune di Pescara di rispettare il proprio regolamento del verde che nell’art.16 dichiara che è espressamente vietata la capitozzatura e che ogni intervento di questo tipo o di potatura non eseguito a regola d’arte si configura a tutti gli effetti come un abbattimento”.

L’intervento di specialisti del verde è assolutamente necessario. Il decreto del ministero dell’Ambiente n.63 del 10 marzo 2020 ci dice che “l’aggiudicatario deve evitare  di  praticare la capitozzatura, la cimatura e la  potatura  drastica  perche’ indeboliscono gli alberi e possono creare  nel  tempo  situazioni  di instabilita’ che generano altresi’ maggiori costi di gestione.”

Articoli più letti

Ultimi articoli