The news is by your side.

Allo Spazio Matta di Pescara torna Corpografie, la rassegna di danza contemporanea in programma fino al 16 settembre

32

Pescara. Al via dal 1 settembre l’edizione 2018 di Corpografie, rassegna di danza contemporanea che si svolgerà fino al 16 settembre, con il patrocinio del Comune di Pescara, in collaborazione con Artisti per il Matta, Gruppo E-Motion, ACS Abruzzo Circuito Spettacolo, Comune di Pescara Assessorato alla Cultura, Radio Parsifal, Regione Abruzzo, Fondazione Pescarabruzzo, Accademia Nazionale Danza, Liceo Coreutico di Pescara, Florian Metateatro, Regione Abruzzo, MIBACT, con la direzione artistica di Anouscka Brodacz, la direzione tecnica di Andrea Micaroni, l’organizzazione di Luisa Di Ciano, Rina Picciano, Irene Placidi, progetto Dansomanie di Cristina Squartecchia. Oggi la presentazione a Palazzo di Città con l’assessore alla Cultura Giovanni Di iacovo, la direttrice artistica Anouscka Brodacz e gli altri partner della rassegna. “Corpografie è da anni l’evento protagonista di questa città”, afferma così l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo. “Anouscka Brodacz è riuscita a creare delle relazioni preziose con importanti realtà della danza di questo paese. Questo festival riesce ad unire linguaggi diversi e a far vivere il meglio della danza contemporanea. Tante persone hanno iniziato ad amare la danza grazie a questa manifestazione e l’abbiamo inclusa nei 7 principali eventi di questa città. Si tratta di una delle iniziative più amate e attese di ogni anno che lascerà ognuno più arricchito”.

 

“La relazione del corpo con lo spazio, oltre a generare il pensiero coreografico, quindi il linguaggio del pensiero fisico, determina le diverse esperienze ed interferenze che il corpo vive con lo spazio inteso come entità culturale, luogo di tradizioni ed elaborazione delle stesse”, dichiara la coreografa e fondatrice del gruppo Alehna Anouscka Brodacz. “I lavori dei coreografi approdano a forme che contemplano la possibilità di percepire il corpo stesso come paesaggio. Ecosistema in cui accadono “cose”, la danza è la disciplina che consente ancora di sperimentare inedite soluzioni in grado di rilanciare il concetto di rappresentazione. Il filo rosso che fa da sfondo a CORPOGRAFIE 2018 attraversa spazi geografici differenti e distanti, mettendo il corpo nella necessità di sperimentare esperienze diverse, paesi differenti culturalmente, paesi in pace e paesi in guerra, continenti sonori basati sulla relazione spazio/tempo, panorami creati da generazioni differenti”. “Continua ad essere un piacere collaborare con una delle donne, Anouscka Brodacz, che ha portato in Abruzzo la danza in teatro”, queste le parole di Eleonora Coccagna di Abruzzo Circuito Spettacolo, “un evento come Corpografie ritengo debba essere tutelato perché la danza contemporanea sta vivendo grandi difficoltà e Pescara è il luogo ideale per ospitare una manifestazione come questa”. “In questo festival si esibiranno grandi musicisti, grandi ballerini e grandi artisti”, ha dichiarato Viviana Balata, collaboratrice di Radio Parsifal, “e Radio Parsifal è orgogliosa di partecipare a questo progetto, un evento di arte, cultura e musica che abbiamo sposato subito e che spero andrà alla grande. Si potrà assistere a performance ben strutturate dal punto di vista coreografico e apprezzare il rapporto interattivo tra spettatore e artisti”.

“Sono molto felice di prendere parte a questo Festival”, queste le parole di Enrica Palmieri, Direttore Accademia Nazionale di Danza, “attraverso una mostra che si terrà presso il Museo delle Genti d’Abruzzo. L’accademia si pone come centro di collegamento tra il mondo e il territorio e cerca di dare una visibilità massima ad artisti che meritano, collegando la musica e la danza”.

Articoli più letti

Ultimi articoli