The news is by your side.

Agrinsieme: un assessore per le politiche agricole. Psr: rischio disimpegno di 24 milioni di euro

2

L’Aquila. Agrinsieme Abruzzo, nuovo soggetto della rappresentanza agricola costituito da CIA, CONFAGRICOLTURA e AGRITAL-AGCI, FEDAGRI –CONFCOOPERATIVE – LEGACOOP – AGROALIMENTARE, pur in presenza della riduzione del numero di Assessori, ribadisce la necessità del mantenimento della delega alle politiche agricole e forestali. Necessità dettata dalla specificità e complessità del settore nella delicata fase di impostazione della nuova programmazione comunitaria e per i rapporti diretti con l’Unione Europea e con il Governo nazionale. A proposito del rischio di restituire all’Unione Europea 24 milioni del PSR 2007/2013 per incapacità di spesa delle risorse assegnate, come certificato dalla Rete Rurale Nazionale – su dati INEA -, il Coordinatore di Agrinsieme Abruzzo, Concezio Gasbarro, pone questo aspetto come prima emergenza che va superata, recuperando il rallentamento delle attività dell’Assessorato dovuto oltre che alla recente fresatura-trattore-fucinocampagna elettorale anche alle criticità che lo caratterizzano, evitando che vadano perse risorse fondamentali per il consolidamento e lo sviluppo dell’agricoltura abruzzese. Inoltre, sottolinea Agrinsieme, è necessario accelerare i tempi  nella predisposizione del nuovo PSR, per il periodo 2014/2020, recuperando i ritardi sin ora accumulati. Il nuovo PSR, per Agrinsieme, dovrà essere calibrato alle reali esigenze delle imprese agricole e delle aree rurali, evitando gli errori della passata programmazione e soprattutto offrire agli imprenditori la certezza nei tempi di pagamento. Agrinsieme si candida a fornire al Presidente della Giunta, all’Assessore competente e all’intera Giunta, ogni forma di collaborazione per la redazione di un PSR che sia utile alle imprese agricole, singole ed associate, e in grado di accompagnare il necessario consolidamento della presenza agricola nella nostra regione quale fattore economico e sociale di primaria importanza ed indispensabile per un rilancio dell’economia e dell’occupazione con particolare attenzione al ricambio generazionale.

Articoli più letti

Ultimi articoli