The news is by your side.

Al via gli ultimi due eventi di Artinvita-Festival Internazionale degli Abruzzi: ecco le info

Domani il Balkan Cinema Express e via alla rassegna Sguardi Italiani

34

Pescara. Un doppio appuntamento per gli ultimi due eventi di Artinvita-Festival Internazionale degli Abruzzi. Domani, sabato 10 luglio, infatti, si alza il sipario del Cinema Teatro Garden di Guardiagrele per il Balkan Cinema Express, e la stessa sera a Largo Piano di Castello, ad Orsogna, si accende la magia del cinema con l’avvio della rassegna cinematografica sotto le stesse di Sguardi Italiani, anticipata di un giorno per lasciare spazio alla Nazionale Italiana che domenica giocherà la finale di Euro 2020. Rassegna, quella di Sguardi Italiani che, come da programma, andrà avanti fino all’8 agosto con proiezioni tutte le domeniche.

A Guardiagrele dunque, il penultimo appuntamento del cartellone della quarta edizione di Artinvita-Festival Internazionale degli Abruzzi. E’ al Teatro Garden che si terrà il Balkan Cinema Express, il concorso di cortometraggi balcanici organizzato dall’associazione Insensi in collaborazione con Théâtre de Léthé à Paris – Collectif Plus, Balkan Film Food Festival e il circuito di sale Ciackcity Cinema. Il concorso avvicina i giovani studenti del territorio all’arte del cinema ponendoli a confronto oltre che con i lavori selezionati, anche con la cultura balcanica così legata alla nostra storia contemporanea, eppure altrettanto inesplorata e non abbastanza conosciuta sia nel campo artistico che in quello socio-culturale. L’appuntamento, con i 200 studenti coinvolti e protagonisti, in qualità di giuria,  di un laboratorio creato ad hoc per imparare i segreti della settima arte, è domani pomeriggio alle 17.30.

Un appuntamento ormai “consueto” di Artinvita che per la prima volta entra nel cartellone ufficiale del Festival, facendone uno dei punti di riferimento di una manifestazione che, anche quest’anno, ha fatto registrare il tutto esaurito e il grande apprezzamento del pubblico che ha saputo cogliere pienamente il senso di un’iniziativa nata per valorizzare i borghi che corrono sull’Asse della Marrucina, creando un “ponte” reale tra culture attraverso ogni forma d’arte, grazie anche al Progetto Residenze che ogni anno porta i protagonisti di Artinvita a vivere luoghi e persone di cui sono ospiti e con cui creano legami che portano il Festival al di là delle date previste dal cartellone.  Domani la proiezione, aperta a tutti, dei cortometraggi in concorso: The Schhol Bus di Ramazan Kılıç (Turchia); Cristiano Ronaldo , di Ciwan Zengin (Turchia) The Stamp , di Lovro Mrdjen (Croazia), The Good Man, di Ergys Meta (Albania), A Brand New TV, di Nina Ognjanovic (Serbia); Sticker, di Georgi M. Unkovski (Macedonia) e U šifonjeru, di Tamara Broi (Serbia). La giuria, composta dai 200 studenti, sarà affiancata dalla giuria di esperti di cui fanno parte Eno Milkani (regista e produttore albanese), Gregory J. Rossi (regista e produttore italiano), Michel Feller (produttore francese), Laurent Petitgand (compositore francese) e Vittoria Scognamiglio (attrice italo francese). Sarà assegnato il Premio per il Miglior Cortometraggio balcanico con i ragazzi che incontreranno i registi dei film assegnando loro soltanto altri tre premi. Come anticipato si sposta invece a sabato 10 luglio il primo appuntamento con Sguardi Italiani, la rassegna cinematografica sotto le stelle di Orsogna che dà appuntamento alle 21.30 con il documentario “Il Passo dell’Acqua” di Antonio di Biase.

Un documentario che, come tutte le proiezioni della rassegna, chiude il cerchio apertosi con “Di Grazia” e “Pangea” nella prima giornata di Artinvita, quest’anno interamente dedicato al rapporto uomo-natura. Ed è della storia di quegli uomini e le donne che vivono ancora a stretto contatto con l’incontaminata natura dell’Abruzzo, dalle vette della Maiella al mare Adriatico, che ci parla il documentario di di Di Biase che vanta moltissimi premi tra cui quello per la miglior fotografia e il miglior film italiano al Cervino Cinemountain 2020, il premio per il miglior documentario al Festival Mente Locale 2020 e la selezione tra i quindici documentari finalisti. Il 18 luglio, quindi, la proiezione di Cinema Grattacielo di Marco Bertozzi e il 25 luglio di Tutti Insieme di Marco Simon Puccioni. A chiudere la rassegna cinematografica Sguardi Italiani saranno il 1 agosto Faith di Valentina Pedicini e l’8 agosto Il Gesto delle mani di Francesco Clerici.  E’ stato un percorso intenso e impegnativo anche quest’anno quello di Artinvita, Festival che già nel 2020 è stato tra i pochissimi a svolgersi in presenza nonostante l’emergenza covid. Un altro tassello di un percorso culturale che si sta dimostrando vincente unendo luoghi e persone lungo il filo immaginario dell’arte, capace di creare dialogo e intesa tra mondi apparentemente molto lontani.

Articoli più letti

Ultimi articoli