The news is by your side.

Al reparto di Pediatria dell’Aquila favole in dono ai piccoli pazienti ispirate alla Dama della bolla

Iniziativa della Future Factory dell'Aquila

13

L’Aquila. Una favola che mescola molta fantasia e un pizzico di storia per raccontare ai bambini, con l’affabulazione e i disegni, come si diventa Dama della Bolla. Questo, in sintesi, il contenuto del libricino, realizzato dall’associazione “Future factory” dell’Aquila, donato questa mattina ai piccoli pazienti del reparto pediatria dell’ospedale aquilano. La fiaba, è stata scritta da Laura Tinari, presidente dell’associazione e Francesca Ciccone, presenti stamane in ospedale per consegnare ai piccoli i libri. Erano presenti, tra gli altri, Sandra Di Fabio, direttore dipartimento materno infantile, i medici Gabriella Bottone e Cecilia Fabiano e la caposala Lorella Scimia. La favola, dedicata alla figura della Dama della bolla, parla di amore, onore, rispetto e nobili sentimenti che una giovane donna deve avere per la propria città e la propria terra. Le illustrazioni hanno dato un volto alla dama, affidandole un ruolo dal significato sociale e religioso all’interno della storia di L’Aquila, città in cui la fiaba è ambientata e che fa quindi da scenario all’intera trama. Copie delle favole, oltre ai piccoli pazienti, sono state lasciate come ricordo al reparto di pediatria, diretto da Alberto Verrotti.

“L’intento”, dichiara la Tinari, “era portare un po’ di gioia ai bambini in ospedale e far trascorrere loro una mattinata all’insegna dell’allegria, in modo da rendere meno gravosa la permanenza in ospedale per le cure. E’ stato un incontro che ci ha regalato belle emozioni e momenti di commozione”.

Articoli più letti

Ultimi articoli