The news is by your side.

Al Comune di Chieti gestione spazi esterni museo La Civitella, Ferrara: cultura volano della città

Convenzione Direzione regionale musei e Deputazione Marrucino

21

Chieti. Il Comune di Chieti ha avuto in gestione gli spazi esterni del complesso museale de “La Civitella” fra i quali spicca l’anfiteatro, grazie a una convenzione triennale sottoscritta dalla direttrice della Direzione regionale musei Abruzzo Mariastella Margozzi e dal presidente della Deputazione teatrale del Marrucino Giustino Angeloni, alla presenza del sindaco di Chieti, Diego Ferrara, e dell’assessore alla Cultura Paolo De Cesare. Un’intesa definita storica, che consentirà di proiettare all’esterno parte dell’attività artistica del Teatro Marrucino.

“Siamo fieri di questa firma, perché potremo dare corpo a una sinergia che abbiamo attivato da subito fra il Comune e la Direzione museale abruzzese, vista la presenza nella nostra città di importantissimi luoghi espositivi”, ha detto il sindaco Ferrara, “lavoreremo insieme a fare della cultura il più importante volano della città e lo faremo nella certezza del potenziale della nostra città, che con la sua storia ha tantissimo da dire e può diventare un riferimento non solo per l’Abruzzo, ma anche per l’Italia, grazie ai suoi musei e alle sue presenze culturali”.

Per De Cesare “si realizza un progetto a cui abbiamo creduto e abbiamo lavorato tantissimo. Si tratta di una convenzione unica nella storia della Civitella, perché non è mai avvenuto che il Comune rilevasse la gestione sia dell’Anfiteatro sia del Parco archeologico e dello Stellario”, commenta il vice sindaco, “l’intesa comprende anche i bar, cosa che ci consentirà di riattivare l’intero complesso e concretizzare, attraverso la Deputazione teatrale, un’azione volta a farne un luogo di cultura vivo e di prestigio. Sarà cornice di tanti eventi, integrando la programmazione del Marrucino, ma anche attraverso l’appalto di spettacoli di altissimo livello, a cui stiamo già lavorando. Quest’anno, a causa dei tempi dell’intesa e della pandemia, sarà un evento simbolico a segnare il nuovo inizio, ma l’anno prossimo presenteremo una programmazione polivalente da maggio a settembre per dare alla città un cartellone ancora più ricco”.

Articoli più letti

Ultimi articoli