The news is by your side.

Abruzzo, nuove zone rosse: firmata ordinanza per Giulianova, Castellalto e Torricella Sicura

1.326

Teramo. Nuove zone rosse in Abruzzo. Il presidente Marco Marsilio ha firmato un’ordinanza per cui da mercoledì 21 aprile fino a domenica 25 aprile (compresa) i Comuni in provincia di Teramo, Castellalto, Giulianova e Torricella Sicura, sono considerati in zona rossa.

(Scarica l’ordinanza integrale: OPGR_25_19042021)

Il punto sul Covid in Abruzzo: scendono a 26 i comuni zona rossa

Sono 97 i nuovi casi di coronavirus accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall’analisi di 2.092 tamponi molecolari: è risultato positivo il 4,64% dei campioni. Si registrano sei decessi recenti, che fanno salire il bilancio delle vittime a 2.337.

In lieve aumento i ricoveri complessivi, anche se scendono le terapie intensive: nelle ultime ore non si registrano nuovi accessi in rianimazione. Intanto, da oggi scendono a 26 i comuni inseriti in zona rossa.

I nuovi positivi hanno età compresa tra 1 e 92 anni. Quelli con meno di 19 anni sono 21, di cui 9 in provincia dell’Aquila, 6 in provincia di Teramo e 6 in provincia di Chieti. I sei decessi riguardano persone di età compresa tra 57 e 91 anni: una in provincia di Chieti, una in provincia di Pescara, tre in provincia dell’Aquila e una residente fuori Abruzzo.

Gli attualmente positivi sono 9.758 (-342): 514 pazienti (+8) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva e 52 (-4) sono in terapia intensiva. Al momento il tasso di occupazione dei posti letto è pari al 25% per le terapie intensive, a fronte di una soglia di allarme del 30%, e al 35% per l’area non critica, rispetto ad un livello di guardia del 40%. Gli altri 9.192 attualmente positivi (-346) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. I
guariti sono 57.385: (+434). Del totale dei casi positivi, 17.290 sono residenti o domiciliati in provincia
dell’Aquila (+38), 17.772 in provincia di Chieti (+32), 17.613 in provincia di Pescara (+6), 16.064 in provincia
di Teramo (+25), 552 fuori regione (-1) e 189 (-4) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Intanto, dalla mezzanotte sono scesi da 41 a 26 i comuni abruzzesi inseriti in zona rossa, in base a quanto deciso venerdì dall’Unità di crisi e alla successiva ordinanza firmata dal governatore Marco Marsilio.

Venti sono della provincia dell’Aquila e sei della provincia di Teramo. Tra i centri più grandi vi sono Avezzano, Celano e Mosciano Sant’Angelo. Le restrizioni saranno in vigore fino a domenica 25 aprile. Nel Pescarese e nel Chietino,
invece, non ci sono comuni in zona rossa.

Nel frattempo prosegue la campagna vaccinale. Al via le prenotazioni riservate alle persone di età compresa tra 60 e 69 anni. Sarà aperta dalla mezzanotte, infatti, la piattaforma Poste per la prenotazione dei nati tra il 1952 e il 1961. Il sistema è raggiungibile attraverso i banner che verranno pubblicati sul portale della Regione e sul sito tematico sanita.regione.abruzzo.it, oppure al link diretto https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it/. Come per la precedente fascia di età, sarà possibile prenotare la vaccinazione anche agli sportelli Atm Postamat, dai portalettere o contattando il numero verde 800.009966.

Leggi anche:

Coronavirus, dal 26 aprile “l’Abruzzo ragionevolmente in giallo”

Articoli più letti

Ultimi articoli