The news is by your side.

Abruzzo diventa zona arancione: stop agli spostamenti tra comuni di residenza, chiusi bar e ristoranti

109

C’è l’ufficialità della Regione. Il ministro Speranza ha stabilito il passaggio dell’Abruzzo, insieme ad altre quattro Regioni – Umbria, Basilicata, Liguria e Toscana – nella zona arancione. Gli effetti del provvedimento che il ministro si appresta a firmare in serata avranno decorrenza dalla giornata di mercoledì.

Secondo il recente Dpcm, oltre le note regole della zona gialla, nella zona arancione vengono disposte le seguenti norme:

  • vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dalla Regione e anche al di fuori del proprio comune di residenza (sempre salvo necessità, spesa, lavoro e urgenza);
  • chiusa l’attività di bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie: resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio, nonché fino alle ore 22,00 la ristorazione con asporto;
  • è consentito svolgere individualmente attività motoria (passeggiate), nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona e con obbligo di mascherina; è altresì consentito lo svolgimento di attività sportiva esclusivamente all’aperto ed in forma individuale;
  • Didattica a distanza per le scuole superiori fatta eccezione per gli studenti con disabilità e in caso di laboratori. Didattica in presenza per le scuole dell’infanzia, scuole elementari e scuole medie.

Rimangono in aggiunta le seguenti norme, previste in tutto il territorio nazionale:

  • Coprifuoco alle 22 con ritorno dell’autocertificazione: per uscire di casa dopo le dieci di sera occorrerà provare di doverlo fare per ragioni di lavoro necessità e salute
  • chiusura dei musei e delle mostre;
  • nelle giornate festive e prefestive chiusi i centri commerciali, le medie e grandi strutture di vendita, ad eccezione delle farmacie, punti vendita di generi alimentari e di prodotti per l’igiene, tabacchi ed edicole;
  • coefficiente di riempimento massimo del 50 per cento sui mezzi pubblici del trasporto locale e del trasporto ferroviario regionale;
  • sospensione dello svolgimento delle prove preselettive e scritte delle procedure concorsuali pubbliche e private e di quelle di abilitazione all’esercizio delle professioni «a esclusione dei casi in cui la valutazione dei candidati sia effettuata esclusivamente su basi curriculari ovvero in modalità telematica»;
  • chiusura dei corner scommesse e giochi nei bar e nelle tabaccherie;
  • resta come sempre fortemente raccomandato a tutti, per tutto l’arco della giornata, di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio o per motivi di salute.

Articoli più letti

Ultimi articoli