The news is by your side.

Abiti da sposa per chi non può comprarli e contro la violenza di genere

48

Pescara. abiti-da-sposa-economici-consigliTre giorni dedicati alla prevenzione e repressione della violenza sia verso le donne, questo è Il velo di Iside, Festival dell’associazione Onlus Iside, che sarà all’Aurum dal 1 luglio a domenica 3 con “Ti dono il mio Velo”: tre giorni di incontri, eventi, discussioni sulla violenza femminile che culmineranno con una sfilata di abiti da sposa molto particolare. Oggi la presentazione con l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo la presidente e la vice presidente della Onlus Annarita D’Urbano e Monica Frisaldi e alcuni animatori degli eventi. “E’ una delle iniziative più particolari del calendario di Solstizio/equinozio previsto all’Aurum questa dell’associazione Iside – dice l’assessore Giovanni Di Iacovo – Perché unisce ad uno scopo sensibile e sociale, un’iniziativa che parla di sentimenti e di prevenzione contro la violenza alle donne, ai bambini ai soggetti più vulnerabili di nuclei familiari e lo fa in un momento in cui la cronaca riporta queste problematiche in attualità. La tre giorni si conclude con un vero e proprio gesto di amore e speranza, quello della donazione degli abiti nuziali che molte donne hanno affidato alla Onlus per regalare un momento felice a chi non può permetterselo. La sfilata sarà bella, come lo saranno gli eventi di spettacolo e di dibattito che sono stati previsti durante la manifestazione”. “Parliamo di un’iniziativa che lo scorso anno ha avuto tanto successo, la ripetiamo allungandola, in modo di poter parlare anche di ciò che ci occupa tutti i giorni – aggiunge la presidente di Iside Annarita d’Urbano – Io sono una “sopravvissuta”, una principessa di oggi che ha alle spalle una storia con un lieto fine. La donna che subisce violenza teme di raccontare perché crede di essere l’unica, non è così, dobbiamo farci avanti e raccontare le nostre storie, perché altre donne trovino il coraggio di denunciare. Ieri è toccato a una ragazzina e non dovrebbe succedere, perché dietro ognuno dei soggetti coinvolti dovrebbero esserci le famiglie. I contatti in un anno sono aumentati, si avvicinano dicendo che è un’amica o un conoscente ad avere bisogno, una volta appurata la veridicità delle storie entrano in campo avvocati e psicologi e si cerca di agire. E’ nostro desiderio far diventare l’evento come un appuntamento che si ripete ogni anno: si parte da un talk show che mette in campo tutto quello che Iside fa, dalla prevenzione della violenza, alle donne, ai bambini, all’integrazione dei popoli. Concludiamo con spettacoli e una sfilata di abiti donati da altre donne: sono circa 30 per regalare ci si deve rivolgere ad Iside, così come per riceverlo. Vi aspettiamo per gli spettacoli e la sfilata, che avrà anche un inizio su auto d’epoca. Per contattarci il numero è 348/4556010”.

Articoli più letti

Ultimi articoli