The news is by your side.

A Scontrone torna Villa in Fermento: street food e birre artigianali, ospiti i Krikka Reggae e i Matrioska

5

Scontrone. Tutto pronto a Villa Scontrone, dove venerdì 24 e sabato 25 agosto andrà in scena la terza edizione di Villa in Fermento, festival di birre artigianali, street food e musica dal vivo. L’evento, di grande richiamo in tutto l’Alto Sangro, è organizzato dall’associazione ConGiovani con il patrocinio del Comune di Scontrone.

Si parte venerdì 24 alle 18:00, con l’apertura dei birrifici e dei mercatini. Quattro i birrifici presenti quest’anno: Donkey Beer di Atri (Teramo), La Monna di Pizzoli (L’Aquila), Birrificio del Volturno di Campochiaro (Campobasso) e Birrificio Abruzzese di Castel di Sangro. Alle 20:00, l’apertura degli stand gastronomici allestiti lungo il corso e il primo live con il duo The Traval Bag, composto dal maestro Claudio D’Amico (chitarra) e Jole Maddalena (voce) di Castel di Sangro. Alle 22:00 il concerto centrale in piazza Dante, con i Krikka Reggae. La band lucana, che vanta collaborazioni con artisti del calibro di Rocco Papaleo, Roy Paci e Sud Sound System, è stata protagonista dell’ultimo Capodanno su Rai1 e mischia il reggae in tutte le sue evoluzioni, dal roots alla dance hall, dal dub al rocksteady. Dopo i Krikka Reggae toccherà ai Fuzzy Dice, popolare gruppo teramano di rock and roll che si esibirà in uno street concert che promette divertimento.

Sabato 25, dopo la consueta apertura dei birrifici e dei mercatini, il live di Salvatore de Vita (chitarra e voce) ad allietare la cena. Grandi ospiti della seconda serata saranno i Matrioska, storica band di musica ska conosciuta anche oltre i confini nazionali. Quella di Villa Scontrone sarà l’unica tappa abruzzese del tour “Bugie”, partito a marzo. L’apertura del live sarà invece affidata ai Kusameze, gruppo abruzzese già spalla dei Matrioska. Gran finale con lo street concert della Duca’s Band, formazione frentana che alterna rock anni ’70, revival e dance.

«Siamo entusiasti – spiegano gli organizzatori della ConGiovani – che il nostro evento in pochi anni sia già diventato un appuntamento atteso e un riferimento per tutto il territorio. Siamo un gruppo di amici e molti di noi vivono fuori per studi e lavoro, da tre anni abbiamo deciso di investire le nostre vacanze estive creando qualcosa di nuovo e di bello per il paese in cui siamo nati e cresciuti. Ringraziamo già da ora chi crede fortemente nel nostro evento, a partire dalle tante attività commerciali che ogni anno ci sostengono e ci incoraggiano».

 

 

 

Articoli più letti

Ultimi articoli