The news is by your side.

A Paganica un incontro per prevenire la tossicodipendenza, con le democratiche della provincia dell’Aquila

20

L’Aquila. Ieri a Paganica la prima iniziativa della nuova campagna delle democratiche: in una sala civica piena di persone, si è parlato di prevenzione e conoscenza del fenomeno tossicodipendenza. Sono intervenuti Daniela Spaziani, psichiatra e responsabile UOSD ser.D, Antonio Lattanzi, dirigente scolastico, e Federico Palmerini, sacerdote e responsabile del servizio diocesano di Pastorale Giovanile. Ha moderato il dibattito Deborah Palmerini, esponente conferenza democratiche della provincia dell’Aquila.

Tra i presenti, oltre all’onorevole Stefania Pezzopane, l’assessore comunale Daniele Ferella, il segretario del circolo Pd di Paganica Alì Salem, il presidente dell’ordine degli avvocati dell’Aquila Maurizio Capri, lo scrittore Goffredo Palmerini e i rappresentanti dell’associazione “Alice”.

“Pensiamo che tutti i temi, anche i più spinosi, vadano affrontati e trattati, con coraggio, rispetto e coinvolgendo le adeguate competenze per creare luoghi d’informazione e d’incontro; perché riteniamo che ogni prevenzione cominci dalla conoscenza del fenomeno” afferma Gilda Panella, coordinatrice provinciale delle democratiche.

“I dati sul consumo di sostanze che danno dipendenza sono allarmanti. Secondo l’ultimo rapporto dell’agenzia delle Nazioni Unite, 271 milioni di persone hanno fatto uso di droghe nel 2017, l’ultimo anno analizzato” prosegue Panella. “Tra le conseguenze dell’aumento del consumo di droghe, l’inevitabile accrescimento del numero di persone che soffrono di gravi disturbi di salute: in dieci anni si è passati da 30,5 milioni a 35 milioni. Aumentato anche il numero dei decessi. Le morti totali per droga nel mondo nel 2017 sono stati 585mila; più 30% rispetto ai 450mila del 2015. Altro dato preoccupante è l’aumento costante della potenza delle droghe”.

“Questi solo alcuni degli elementi riguardanti un tema difficile, aspro, che, come democratiche, abbiamo però proposto perché riteniamo che la conoscenza delle questioni sia elemento essenziale per riuscire a comprendere i temi, senza affidarsi ad un diffuso pressappochismo assai in voga e affatto utile. Proseguiremo nella nostra nuova campagna sui territori per una miglior comprensione di temi e questioni, toccando ambiti diversi e invitando cittadine e cittadini alla partecipazione” conclude Panella.

Articoli più letti

Ultimi articoli