The news is by your side.

A L’Aquila e provincia parte la raccolta firme contro le riforme del governo Renzi

5

L’Aquila. Da oggi e fino a domenica sarà possibile firmare presso il banchetto allestito in piazza Duomo a L’Aquila per gli 8 quesiti referendari della campagna nazionale avviata da Possibile, il movimento politico lanciato da Giuseppe Civati, su 4 temi: legge elettorale, riconversione ecologica dell’economia, riforma del lavoro, riforma della scuola. Questi gli orari del banchetto: da oggi a venerdì 28 (17-23) e sabato e domenica 29 e 30 agosto (10-13 e 15-20). “Più nello specifico” spiega una nota del comitato Ginzuburg di L’Aquila Possibile “i quesiti riguardano i primi due l’Italicum (eliminazione dei capilista bloccati e delle candidature multiple; eliminazione draccolta firmeella legge elettorale proporzionale con premio di maggioranza, capilista bloccati e candidature plurime); il Decreto sviluppo (eliminazione delle trivellazioni in mare), il Decreto Sblocca Italia (eliminazione del carattere strategico delle trivellazioni) e la Legge Obiettivo (superare la politica delle “Grandi Opere”); il Jobs Act e la riforma del lavoro (esclusione del demansionamento; tutela del lavoratore dai licenziamenti) e la riforma della Scuola (tutela della docenza e dell’apprendimento per una scuola di tutti e non del Preside-Manager)”. “Casualmente” rileva la nota “proprio per oggi è preannunciata a L’Aquila una visita (in sordina e annunciata all’ultimo momento) del presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Se verrà, lo accoglieremo raccogliendo le firme per abrogare di fatto le principali politiche messe in atto dal suo governo. Con la campagna referendaria che abbiamo messo a disposizione del Paese, tutti quelli che si sono detti contrari a tali politiche e che hanno sempre criticato il governo, hanno e avranno l’opportunità di dimostrarlo aderendo alla campagna, firmando e supportandola, affinchè si possa votare per l’abrogazione di tali norme, già nel corso del 2016. Questa è la nostra risposta politica e concreta, che supera e va oltre la mera critica”, conclude la nota. “In provincia dell’Aquila è possibile firmare anche recandosi presso 26 Comuni (Segreteria, Ufficio elettorale o Anagrafe) a: L’Aquila, Acciano, Avezzano, Castel Del Monte, Castel Di Sangro, Castelvecchio Subequo, Celano, Cerchio, Corfinio, Fagnano Alto, Fontecchio, Pizzoli, Pratola Peligna, Raiano, Rocca Di Mezzo, Roccaraso, San Demetrio Ne’ Vestini, Sant’Eusanio Forconese, Scoppito, Scurcola Marsicana, Secinaro, Sulmona, Tione degli Abruzzi, Trasacco, Villa Sant’Angelo, Vittorito. In questi Comuni già ci sono i moduli. Tutti gli altri hanno ricevuto una pec dall’organizzazione nazionale, quindi i cittadini che vogliono firmare possono recarsi presso il proprio Comune e chiedere di poterlo fare”.

Articoli più letti

Ultimi articoli