The news is by your side.

Covid19, l’ordine costantiniano Charity dona all’Asl2 mascherine e fondi per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale

40

Chieti. L’ordine Costantiniano Charity, Onlus dell’Ordine Costantiniano di San Giorgio, considerato uno dei più antichi ordini cavallereschi, ha donato alla Asl 2 d’Abruzzo una fornitura di 1200 mascherine e un contributo di 8mila euro per l’acquisto di dispositivi di Protezione Individuale delle Unità speciali, per 15mila euro complessivi.

“Nel corso della raccolta fondi che ho deciso di lanciare a sostegno degli ospedali con meno risorse ci siamo orientati verso i territori ove maggiore risultava l’urgenza nell’intervenire contro il diffondersi del covid19”, spiega il principe Carlo di Borbone, fondatore della Onlus, nata con la finalità di pubblica utilità e solidarietà sociale, ed in particolare di attività di beneficienza e assistenza ospedaliera, che aggiunge, “con l’evoluzione della pandemia la nostra attenzione, in questa Fase 2, è rivolta a tutti quei progetti che consentono l’alleggerimento della pressione sugli ospedali anche in via indiretta. In particolare abbiamo apprezzato il progetto delle Usca istituite nell’Asl di Lanciano Vasto e Chieti per la gestione dell’emergenza sanitaria, al fine di consentire l’assistenza domiciliare a favore di pazienti affetti da Covid-19 che non necessitano di ricovero ospedaliero con un servizio di pronto soccorso a domicilio attuato in tempi celeri e da parte di personale altamente qualificato”.

“Per questo”, conclude il capo della Real Casa di Borbone delle Due Sicilie, “ci siamo impegnati nella fornitura di Dispositivi di Protezione Individuale per il Personale sanitario delle Usca con la donazione di mascherine FFP2 e di ulteriore contributo per l’approvvigionamento di quanto altro indispensabile per contribuire allo sviluppo e sostegno di questo importante servizio che, comunque, è seguito dalla Asl 2 Abruzzo con particolare attenzione”.

“Ringrazio l’Ordine Costantiniano Charity per la sensibilità e l’attenzione prestata ai nostri operatori. Per tutta la durata dell’emergenza la tutela del personale è stata una nostra grande preoccupazione, abbiamo fatto ricorso a tutti i canali commerciali, anche all’estero, per assicurare alla nostra azienda la necessaria fornitura di dispositivi di protezione, sempre garantita seppure tra mille difficoltà”, commenta Thomas Schael, direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, che sottolinea che “quella dell’Ordine è perciò una donazione preziosa e di grande valore, soprattutto etico, perché pone in primo piano la sicurezza degli operatori della sanità, che hanno svolto un lavoro prezioso e continuano a essere in prima linea nella gestione del Coronavirus”.

Articoli più letti

Ultimi articoli